Segnalati



Neolith Top Fabricator 2017





Neolith Top fabricator 2017




National Edition

Progetto vincente: XOCÓ HELADERÍA Y CAFETERÍA | Arquitectos Rodríguez Martín & Villa Alonso Arquitectura Interior e Mármoles Lentijo
Località: Valladolid, Spagna.
Distributore: Espacio Pro

Breve descrizione:
L'idea di partenza era la creazione di uno spazio continuo per integrare tra loro il punto vendita della gelateria e la zona della caffetteria, utilizzando un materiale che potesse assumere delle sfumature differenti per la definizione di ciascuna delle zone.

La luminosità del locale mette in risalto i materiali utilizzati, ovvero il legno di rovere e il marmo, rappresentato quest'ultimo dal modello Neolith Calacatta la cui versatilità ha permesso di impiegare lo stesso materiale su pavimenti, pareti, banconi monoblocco, bagni e mobili. Tali soluzioni sarebbero state impossibili utilizzando il marmo convenzionale.

A livello tecnico si segnalano i ripiani di lavoro dello stabilimento. Banconi monoblocco estremamente lunghi in cui spiccano varie intersezioni che creano un gioco di volumi. Si tratta di un'elaborazione estremamente complessa, realizzata per creare uno spazio che trasmette tradizione e artigianato, con un design molto attuale.




International Edition

Progetto vincente: ROMA SKYLINE | Micunco Stone Design
Località: Altamura, Italia.
Distributore:Domus Marmi

Breve descrizione:
Questo progetto rappresenta lo skyline della città di Roma con lo scopo di plasmare con un materiale così innovativo quale è Neolith la bellezza della città eterna.

Sfruttando l'infinito potenziale di Neolith, le sue possibilità di abbinamento e caratteristiche, sono stati utilizzati modelli completamente differenti tra loro, sia a livello di finiture che dei colori. Il modello Pulpis nella finitura Polished è stato abbinato al modello Strata Argentum nella finitura rugosa Riverwashed, per rivestire zone differenti dello stand, dando vita ad un effetto spettacolare.

Inoltre tutti i singoli elementi del rivestimento sono stati incisi sulla lastra stessa di Neolith, integrata in modo da raggiungere l'omogeneità, utilizzando per questo scopo lo spessore di 6 mm.

È stato raggiunto un grado di precisione dei dettagli incredibilmente alto rispetto alle possibilità offerte dalle superfici meccanizzate, vista la complessità tecnica; l'obiettivo inizialmente previsto è stato quindi raggiunto.